giovedì 16 febbraio 2017

Il piacere del "sesso anale"

Nella sessualità ci sono moltissimi miti e tabù, alcuni di questi sono nati con la pornografia.
Il piacere anale è uno di questi, da moltissime persone è considerata una pratica dolorosa e rischiosa.
Posso garantirti che non è assolutamente così, anzi è il contrario. È dolorosa solo se viene praticata male, senza rispetto e senza i giusti accorgimenti.

L’ano è una zona ricchissima di terminazioni nervose e fortemente influenzata dall’emotività. L’ano infatti è un’apertura sul perineo che, se hai avuto modo di leggere gli articoli collegati già lo saprai (CLICCANDO QUI trovi un articolo sul potere del perineo, esplorando il blog ne troverai altri), è considerata la culla delle emozioni.
Il perineo (di conseguenza l’ano) si contrae con emozioni come l’ansia e la paura (l’affermazione “ti si è stretto il culo eh!” dopo uno spavento ha il suo perché) e si rilassa quando si è rilassati, eccitati e si è sereni.
Questo aspetto è, direi, fondamentale per chi si vuole approcciare a questa meravigliosa pratica, capace di far provare un piacere estremamente intenso e dilagante.

Ora vorrei spiegarti, in breve, i punti più importanti affinché il rapporto anale porti il piacere che può donare.

- Il desiderio: questo è lo stato d’animo giusto, ma soprattutto il rispetto è alla base del benessere.

- Lentezza: dedicare il giusto tempo, eliminando la fretta e mettendo tanto amore. Se si prova ad approcciarsi a questa meravigliosa pratica con ansia e velocità lo stato d’animo diventerà teso…facendo contrarre il perineo.

- Lubrificante: uno degli strumenti essenziali per praticare in sicurezza i rapporti anali, ne esistono di diversi tipi, anche specifici (lubrificanti anali).

- Dilatazione: questa è parte integrante del piacere anale, è la sua preparazione, importantissima soprattutto le prime volte. Gli strumenti indispensabili per questo sono tantissimi e molto belli, non solo, la dilatazione è un gioco intenso e coinvolgente che fa crescere il desiderio e l’eccitazione.

-Posizione: La scelta della posizione giusta è focale. Spesso c’è l’idea che la posizione sia solo una (pecorina), non è così, anzi, è uno dei retaggi della pornografia. Le posizioni possibili sono infinite. Quella a cucchiaio (sdraiati e, chi viene penetrato/a, con le gambe piegate) permette una maggiore rilassatezza del perineo che aiuta notevolmente la penetrazione.

In questi punti ho tralasciato l’atmosfera di cui abbiamo già scritto

Il rapporto anale è in grado di far provare un piacere intenso, dilagante, profondo, scatena un’energia pazzesca in tutto il corpo…grazie dalla forte nervatura della zona anale.
È fantastico per la donna, ma molto piacevole anche per l'uomo, infatti questo piacere nasce in lei dalla stimolazione indiretta della zona G e in lui una stimolazione diretta della prostata.

Abbi rispetto per te e concediti di sperimentare e godere della sessualità in tutti i suoi aspetti, andando oltre gli stereotipi e il pensiero comune…con una grande dose di amore.

Per approfondire l’argomento rapporti anali e molto molto altro ma sopratutto conoscere tutti gli strumenti per evolvere nel benessere?
Organizza un percorso Rosso Limone, chiama la referente o il referente più vicino a te, puoi trovare qui tutti i contatti (Contatti Uomini e Contatti Donne)
Oppure scrivi a info@rossolimone.com

Desideri maggiori informazioni per entrare a far parte del team Rosso Limone,clicca qui